Claddagh Ring: i meridiani del cuore

claddagh verdeIl pacco verde smeraldo luccicava tra le manopole del manubrio arrugginito. Piera lo stava adagiando dentro il cestino con cura, attenta a non rovinarlo. Aveva movenze da sonnambula. Lo sguardo ancorato alle mani abbronzate e nude. Al centro del suo campo visivo, una corona sormontata da un cuore verde. Scuro e scabroso, un vortice interiore scagliava vento e pietre sibilando accordi disarticolati. Come di ossa frantumate. Era un vento che la trapassava da nord a sud. E di cui percepiva tutta l’essenza metamorfica. Aveva un nome antico: Claddagh Ring. Il legame col passato riaffiorava gutturale da una lingua perduta, di letti pietrificati, in attesa di un nuovo cataclisma. Si rivide, glaciale e cristallina, una donna appesa a un ramo, muta sotto un cielo talmente opaco da precipitare tutta la sua memoria dentro la vasta dimenticanza del mondo. All’indice della mano sinistra le brillava un anello, simbolo d’amore, lealtà e…

View original post 1.212 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: